Appendiabiti da parete: come scegliere quello più adatto

Gli appendiabiti sono parte integrante dell’arredo di casa e grazie ai nuovi design possono non solo adempiere ad una funzione utile, ma possono anche arredare. La scelta è variegata, ma con un po’ di buongusto e buonsenso scegliere il prodotto giusto sarà semplice. Cerchiamo di capire come muoversi nella scelta dell’ appendiabiti da parete.

Comodo, pratico e bello da vedere

Gli appendiabiti sono un complemento di arredo indispensabile in casa, per appendere borse, soprabiti e quello che si desidera riuscendo così ad ordinare lo spazio e a riempire angoli o pareti vuote. Pur essendo un piccolo complemento, l’attaccapanni ha anche il compito importante di rendere l’ambiente comodo e pratico: chiunque entri in una casa, infatti, fa istintivamente il gesto di liberarsi le mani e di sfilarsi la giacca,  cercando con gli occhi dove appenderla. Non trovando un riscontro si crea un momento di disagio perché ci si trova con un ingombro per le mani.

Un accoglienza di questo genere inizia male. Per questo motivo, nel caso non ci sia un appendiabiti, ma un guardaroba, chi accoglie di norma dovrebbe sempre avere la prontezza di prendersi in carico la giacca dell’ospite per appenderla. Un appendiabiti dà all’ospite l’autonomia di arrangiarsi da sé. Oltre alle funzioni pratiche e utili di questo oggetto d’arredo, c’è anche da considerare il lato estetico. Se un tempo l’appendiabiti da parete era sostanzialmente un gancio appeso al muro, oggi spesso è una vera opera d’arte appesa alla parete, capace di arricchire l’ambiente. Basta sfogliare per esempio i prodotti su LoveTheSign per stupirsi della resa estetica di questi semplici e utili oggetti.

Come si sceglie il giusto appendiabiti da parete?

Le tipologie di appendiabiti da parete oggi sono tantissime e si adattano non solo ad abitazioni private, ma anche ad uffici, ristoranti, palestre etc. Anche se di norma essi si trovano vicino all’ingresso, le soluzioni di design hanno portato questo oggetto anche in camera da letto, in cucina e in bagno. L’ attaccapanni da parete va scelto con giudizio in base all’ambiente a cui è destinato perché deve rispondere a diverse esigenze, che sono:

  • lo spazio a disposizione: la dimensione e l’estensione dell’ attaccapanni dipende da quanto spazio c’è in quella zona. Esso non deve essere né troppo grande, né troppo piccolo, ma dare un risultato equilibrato.
  • la portata necessaria: in base al numero di soprabiti che si ha la necessità di appendere, bisognerà selezionare un prodotto adeguato. Un appendiabiti enorme con appesa una sola giacca non va bene, così anche uno totalmente soffocato e ricoperto. Per portare un alto numero di capi, inoltre, l’appendiabiti dovrà essere robusto e resistente.
  • il design e i colori: l’ appendiabiti da parete deve sposarsi alla perfezione con il contesto, con l’arredamento, con lo stile, con le cromie e con i materiali utilizzati, esprimendo la personalità e il carattere del proprietario di casa.
  • Qualità e solidità: anche se è un prodotto di design, questo complemento d’arredo ha un compito ben chiaro, per questo motivo è necessario che sia stabile e solido nel tempo. Questo soprattutto quando in casa ci sono dei bambini che potrebbero strattonarlo un po’.

In base a questi parametri è possibile aiutarsi nella scelta dell’ appendiabiti da parete, anche se il ruolo fondamentale è sempre ricoperto dal buongusto personale. Come si può vedere su LoveTheSign, di ogni materiale, colore, dimensione esistono tantissime tipologie di appendiabiti con le quali sbizzarrirsi, infatti questo prodotto è andato con il tempo nobilitandosi e ha attirato l’attenzione dei designer, che hanno dato vita a meravigliose opere di interior design.

Autore dell'articolo: grey